Consapevolezza mindfulness in neuroriabilitazione

Brain Awareness week 2017

Benché l’ormai famoso protocollo MBSR, sia stato inizialmente creato da Jon Kabat Zinn per trattare il dolore cronico, è molto più conosciuto per le sue dimensioni che entrano in gioco nella gestione dello stress e, nel dettaglio, di stati emotivi disfunzionali. L’acronimo MBSR si riferisce proprio al protocollo per la gestione dello stress (e delle sue diverse sfaccettature) basato sulla Mindfulness, termine inglese ormai di moda che traduce grossolanamente il concetto di consapevolezza mantenuta (sati in lingua Pali). E’ però chiaro a molti, se non ancora una verità universalmente condivisa, come la demarcazione tra mente e corpo sia un confine arbitrario e sfuggente, mentre in ambito di ricerca si raccolgono sempre più le evidenze di come pratiche corporee, come il semplice camminare, portino ad attivazioni fisiologiche correlate, ad esempio, ad un innalzamento dell’umore.

Viceversa il benessere fisico non viene più considerato come l’essere dipendente da un’unica causa “fisica”, ma come il risultato di una complessa interazione che oltre all’ambiente, allo stile di vita e al patrimonio genetico coinvolge pensieri ed emozioni in una reciproca influenza.

Il numero di studi che dimostrano l’efficacia della pratica di questo tipo di meditazione, e cioè di questo training mentale insegnato da Buddha e praticato esplicitamente nella tradizione più antica e maggiormente diffusa del Buddhismo, quella Theravada, è vastissimo e in aumento in modo esponenziale. Questi studi riguardano principalmente l’efficacia della pratica, privata di connotazioni religiose, su dimensioni psicologiche coinvolte in disturbi e in comportamenti disfunzionali, oltre che su disturbi fisici con origine psicosomatica, intesa come un’espressione del disagio psichico che si manifesta nel corpo.

Negli ultimi anni sono cominciate ad apparire in letteratura studi e ricerche in cui si evidenzia l’efficacia della pratica della consapevolezza, accettante e non giudicante, priva di aspettative e obbiettivi, su dimensioni cognitive come attenzione e memoria, e nella gestione di patologie neurologiche.

Bisogna ricordare che la consapevolezza, così come spiegata da Buddha nel Satipattahana Sutta appartenente al Canone Pali, si applica inizialmente al corpo e alle sensazioni, per poi in seguito applicarsi alla mente e agli oggetti mentali (pensieri). Quindi, quando la pratica è appresa bene e proseguita con continuità, anche al di fuori di questo contesto, è possibile riavvicinarsi al proprio corpo e ritrovare fiducia in esso attraverso l’esercizio della consapevolezza propriocettiva e interocettiva, oltre che psichica e mentale, e anche qualora questo riavvicinamento sia temuto, come nel caso, ad esempio, proprio del dolore cronico.

Durante la Settimana del Cervello 2017, presenterò alcuni studi che riguardano la Mindfulness utilizzata nel contesto della prevenzione dell’invecchiamento per incrementare alcune funzioni cognitive in soggetti adulti.

Inoltre parlerò di come la Mindfulness possa essere utilizzata in ambito neurologico nella gestione del dolore e nel mantenimento di controllo e padronanza nel caso di malattie degenerative (SLA e Malattia di Parkinson), oltre che della sua utilità per il benessere dei Care Givers.

Presenterò quindi il progetto in fase di realizzazione presso AOUP di Cisanello (Pisa) nel reparto di Neuroriabilitazione e rivolto a pazienti SLA e ai loro familiari, ed i prossimi percorsi rivolti ad anziani e non anziani con l’associazione Neurocare Pisa a San Giuliano Terme.

Calendario degli appuntamenti (in aggiornamento)

7 marzo 2017– Incontro di presentazione di “Psicoincontri”col patrocinio di Neurocare , nel corso del quale verrà presentato brevemente l’incontro del lunedì successivo. Stazione Leopolda a Pisa, ore 21-23

13 marzo 2017Workshop esperienziale in cui i partecipanti si avvicineranno alla meditazione mindfulness e verranno informati di alcuni studi studi e dei progetti in corso. Sarà possibile iscriversi ai percorsi di San Giuliano. Stazione Leopolda a Pisa, ore 18-20

22 marzo 2017Workshop esperienziale in cui i partecipanti potranno avvicinarsi alla meditazione mindfulness e verranno informati degli studi e dei progetti in corso. Sarà possibile prenotare una valutazione neuropsicologica delle funzioni cognitive di base, nella settimana successiva (le prime 8 prenotazioni saranno gratuite) Farmacia Bemporad a Rosignano Marittimo, ore 16-19